martedì 5 febbraio 2013

Rito di Purificazione

 Un altro semplice rito che aiuta a purificarsi e in cui si possono alternare o usare allo stesso modo varie cose come  una candela nera o bianca, un uovo, una bottiglia o lattina di birra o di altro alcolico( si sceglie di solito quello che preferisce la divinità a cui si chiede aiuto.

Ponetevi nudi e da soli, prendete una candela nera o quello che avete scelto di usare e passatela immaginando che essa assorba tutta la vostra negatività, passatela su tutto il corpo dai piedi fino alla testa. quindi tenetela in mano e pensate che in essa è entrato tutta la pesantezza che avete e a quel punto accendete la candela e fatela bruciare completamente. Quando state per dare fuoco allo stoppino che la tradizione non vuole sia acceso con i fiammiferi perché contengono zolfo, ripetete una frase come: brucia candela, purificami con la tua fiamma.

Se usate l'uovo dopo che l'avete passato gettatelo in qualche giardino, facendolo rompere, senza toccare l'interno, insomma tiratelo.

Se usate un alcolico, allora dovrete dopo averlo passato con tutta la bottiglia o lattina su di voi, lasciarlo aperto ad un incrocio oppure versarlo a terra, dico un incrocio soltanto perché di solito sono gli incroci quelli a cui si fanno offerte del genere, ma se la divinità che chiamate ha un altro luogo di residenza come ad esempio un cimitero, portatelo lì.