martedì 15 maggio 2018

Divinazione con le pietre

foto di Katia Vicario
Per quello che riguarda la divinazione con le pietre essa è basata sulla litomanzia , ora imparare l'arte della litomanzia è un arte che si impara per gradi, in quanto bisogna prendere confidenza con le forme , le divisioni del cerchio che possono esser diverse, i colori etc... delle pietre, poi come al solito c'è chi ci mette di suo usando ossa, anelli, etc.. cioè simboli facilmente riconoscibili che possono indicare una o più zone d'azione nella vita.

Uno dei giochi base è quello fatto con sette pietre che sono di solito tre di un colore e tre di un altro e una che sarebbe il consultante di colore diverso o forma differente in modo da esser subito riconoscibile. 

Questo gioco lo trovare tranquillamente in rete chiamato come La Mantica dei 7 sassi, che significa mantica? Semplicemente divinazione, molti usano questo termine per far vedere che loro sanno .... vabbhè ... io questo gioco divinatorio ve lo spiego per come io l'ho imparato attraverso la mie esperienza personale sia chiaro ...

Comunque una volta trovati questi sassi o comprati , molti vi diranno di purificarli al sole e alla luna, o con l'incenso o con il sale etc... etc... la divinazione in realtà non ha bisogno di questo, quindi purificate e benedite se volete e come ne siete capaci sono rituali individuali e di scelta individuale.

Poi trovate qualcosa in cui metterli sacchetti, scatole basta tenerli insieme per non perderli....

Quindi procuratevi qualcosa con cui potete delimitare lo spazio in cui farete cadere le pietre dopo aver fatto la domanda, si usa solitamente uno spazio circolare, io uso un filo di color rosso perché attinente alla mia tradizione, ma voi potete usare un colore qualsiasi o un materiale qualsiasi , basta che sia un cerchio, la simbologia del cerchio è abbastanza importante e conosciuta in tutto il mondo e risuona molto bene a livello di inconscio per definire spazi sacri e per descrivere il tempo ...

Quindi avete il vostro cerchio e le vostre pietre a questo punto domandate, fate un po di respiri profondi tenendo le pietre nelle vostre mani , fate la domanda , se volete soffiateci sopra ( il prana altro importante simbolo di vita) e lasciate cadere le pietre non da troppo in alto altrimenti rotoleranno volentieri fuori dal vostro cerchio, se anche una sola pietra finisce fuori è segno che non dovete continuare con la divinazione o con quella domanda, quindi cambiate domanda o lasciate passare un giorno per riprovare ( io faccio così e mi trovo bene). 

foto di Katia Vicario
Ora che le vostre pietre sono nel cerchio la prima cosa da fare è individuare la pietra che ci riguarda o che comunque riguarda il consultante e vedere dove sia finita nel cerchio se ci sono pietre intorno o vicino a lei se formano disegni geometrici particolari.

Qui nella foto è evidente che le forze positive bianche e quelle nere sono vicine che si toccano ma anche che la pietra che è lontana che è la rossa che indica il consultante, si trova lontana dalle forze negative e che sta interagendo con forze positive e sembra vada anche in una direzione verso il confine esterno del cerchio. 

Le pietre vanno fatte cadere la centro del cerchio e rotolando esse si sistemano come meglio credono, ma la direzione è sempre centro verso esterno.

Questa piccola lettura già ci indica che la persona si sta staccando da ciò che le creava dolore e che va verso l'esterno portando con se basi positive. 

Per avere ulteriori indicazioni perché qui le pietre sono poche quindi non possiamo avere molte indicazioni non essendoci nemmeno simboli che possono aiutarci a individuare dove e in quale settore della vita queste cose accadono possiamo direzionarci usando i quattro punti cardinali e dividendo poi con questi gli spazi che ne seguono e dargli significati in base o alle ruote astrologiche o alle ruote dei sabba etc... si possono usare anche gli elementi per definire gli spazi e i campi di azione.

disegno e foto di Katia Vicario
In questo disegno potete vedere come i sabba si trovino ai quattro punti cardinali, di cui Ostara rappresenta l'Est, Lita il sud, Mabon l'ovest e Yule il nord, con questo e un po di conoscenza esoterica su queste feste si può facilmente entrare in significati utili alla divinazione, l'est rappresenta la nascita, l'ovest la morte etc... gli elementi legati alle quattro direzioni sono la Terra al nord che concerne tutte le questioni il corpo, la famiglia etc, il fuoco a sud rappresenta le passioni , a est l'acqua rappresenta la nascita ma anche i sentimenti , le paure, a ovest troviamo l'aria che rappresenta i pensieri , gli spiriti dei morti etc... Alcune scuole esoteriche invertono Acqua e Aria , dipende molto dalla filosofia che si segue e si può applicare anche in questo modo basta essere certi di applicare un modo prima di fare la divinazione perché altrimenti andremmo a confondere la lettura.

Questa divisione va fatta  nel cerchio che noi abbiamo, io per semplificare ho messo dei bastoncini (sono aghi da tessitura) che indicano i punti cardinali, naturalmente il quadrante di azione dell'elemento è il quadrante che si svolge dal punto cardinale fino all'altro, quindi a meno che non vi capiti esattamente sulla linea di demarcazione voi saprete se è in un quadrante o in un altro guardando le direzioni mediane che ne indicano il quadrante e cioè la parte che noi andremo a considerare acqua sarà il quadrante che inizia a est e che va verso sud etc...

foto di Katia Vicario
Mettendo l'ipotesi che il nord sia l'assicella in alto con le due pietre scure e una chiara vicine, possiamo capire che la maggior parte della negatività o situazioni spiacevoli si sono inseriti a nord nella famiglia di origine cioè nel quadrante nord est dove troviamo una sola pietra scura, nel quadrante nord ovest riferito all'acqua quindi agli spiriti ai pensieri  troviamo tutte le pietre chiare e la pietra del consultante e una sola pietra nera che essendo appiccicata all'asse nord porta ancora la negatività famigliare, questa persona si sta dissociando dalla sua famiglia di nascita anche se la pietra scura nel quadrante del fuoco ci dice che essa purtroppo è ancora ferita nella sua forza interiore e nelle sue passioni.

I quadranti vuoti non vanno considerati nella lettura perché non i interesse per la valutazione divinatoria, anche se possiamo intendere che la persona a cui stiamo facendo la divinazione in quel campo e qui sarebbe il campo est dei sentimenti, ha una situazione chiara che non mette in discussione e in un certo senso gli da una base su cui poter lavorare su se stessa, i suoi sentimenti verso le persone coinvolte non sono in discussione essi sono forti e stabili.

Continuando nella divinazione dovremmo cercare di dare una visione temporale, che non può essere qui precisa perché non ci sono simboli di riferimento che possano darci indicazioni, quindi dovremmo rimanere sul vago , con un passato, presente e futuro, come fare questo?

Dobbiamo dividere nuovamente il nostro cerchio ma questa volta lo divideremo in tre cerchi che ci daranno queste indicazioni, si parte sempre dal centro in cui troviamo il passato, poi il secondo cerchio ci rivelerà lo stato presente e quindi  il terzo cerchio ci dirà cosa accadrà nel futuro.

foto di Katia Vicario
Come possiamo vedere dalla foto, il grosso delle situazioni negative sono accadute nel passato di questa persona, ed essa nel presente sta cercando di portare con se una positività, slegata da questi fatti. Il fatto che la pietra del consultante vada verso l'ultimo cerchio indica la voglia di questa persona di allontanarsi dal passato ed è proiettata verso il futuro. 

Adesso abbiamo diversi modelli applicabili e che possono introdurci in una divinazione piuttosto completa usando tre sistemi di applicazione. 

Buona divinazione.

p.s. volendo si possono usare anche le case astrologiche o lo zodiaco dividendo tutto il cerchio in 12 porzioni e quindi vedendo dove cadono, ma sinceramente se disponete solo delle pietre e di un filo difficile fare dodici divisioni precise ....