venerdì 6 luglio 2018

Asclepio il Dio della Medicina e della Guarigione

Asclepio - commons.wikimedia.org


"Asclepio ( / æ s k l Ì p i ə s / ; greca : Ἀσκληπιός Asklepios [asklɛːpiós] ; Latino : Esculapio ) era un eroe e dio della medicina nella religione e nella mitologia greca antica. Asclepio rappresenta l'aspetto curativo delle arti mediche; le sue figlie sono Hygieia ("Igiene", la dea / personificazione della salute, pulizia e igiene), Iaso (la dea del recupero dalla malattia), Aceso (la dea del processo di guarigione), Aglæa / Ægle (la dea del bagliore di buona salute) e Panacea (la dea del rimedio universale). Fu associato al dio romano / etrusco Vediovis e all'egiziano Imhotep .  Fu uno dei figli di Apollo , condividendo con Apollo l'epiteto Paean ("il Guaritore").  La verga di Asclepio , un bastone intrecciato di serpenti, rimane oggi un simbolo della medicina. Quei medici e assistenti che servivano questo dio erano conosciuti come i Therapeutae di Asclepio "

Copiato da  wikipedia inglese la piu corretta e aggiornata al link: 
https://en.wikipedia.org/wiki/Asclepius


Dal sito : https://www.greeka.com/greece-myths/asclepius.htm



Asclepio

Il dio della medicina Asclepio era in origine un mortale e in seguito divenne il dio della medicina e della guarigione, secondo gli antichi greci. 
Il mito di Asclepio è legato alle origini della scienza medica e delle arti curative. 
Il suo culto era particolarmente popolare in tutta la Grecia e le persone provenienti da tutti i paesi del Mediterraneo erano soliti venire ai suoi templi, chiamati Asclepieion , per essere curati. 
Resti questi templi possono essere visti fino ad oggi. La sua storia è piuttosto interessante ed è in realtà una storia di punizione. 

La sua nascita leggendaria

Si dice che Asclepio fosse il figlio di dio Apollo e una donna mortale di Trikala, in Tessaglia, chiamata Coronide. 
Mentre Coronis era incinta, si innamorò di Ischys, un altro mortale. 
Quando Apollo apprese la loro relazione segreta, mandò sua sorella Artemide a uccidere Coronis. 
In effetti, Artemide bruciava Coronis su una pira funebre. 
Nel frattempo, Apollo, che stava guardando questa scena e si sentiva in colpa per aver ucciso il suo bambino non ancora nato, salvò il bambino aprendo il grembo di Coronis in fiamme. 
Questo è pensato per essere stato il primo taglio cesareo nella storia umana. 
Apollo affidò il bambino al centauro Chirone, una creatura strana e saggia, mezzo cavallo metà uomo, famoso per le sue capacità in medicina. 
Chirone portò su Asclepio e divenne il suo mentore. 

Le sue capacità e i suoi rimedi 

Mentre Asclepio stava crescendo, stava diventando ancora più famoso come un guaritore molto stimato con abilità eccezionali. 
A parte l'arte della chirurgia, Chirone gli aveva anche insegnato l'uso efficace di farmaci, incantesimi e afrodisiaci come aiuti alla guarigione. 
Si diceva anche che Asclepio avesse ricevuto dalla dea Atena una piccola bottiglia di sangue di Gorgone dalle proprietà magiche. 
Le Gorgoni erano mitici mostri femminili che avevano serpenti per capelli, ali, artigli di bronzo e occhi che potevano trasformare un essere umano in pietra. 
Il sangue dal lato sinistro di una Gorgone avrebbe dovuto uccidere un uomo mortale, mentre si credeva che il sangue della destra di Gorgon riportasse in vita un morto. 
Pertanto, una bottiglia di tale sangue era un potente rimedio nelle mani di Asclepio, che andava di città in città e guariva le persone dal dolore e dalle malattie. 

La verga di Asclepio 

Asclepio, nei tempi antichi, era quasi sempre raffigurato come un uomo di mezza età che reggeva una verga con un serpente intorno. 
Il serpente simboleggia il morso del serpente, che era il peggior tipo di malattia che qualcuno potesse avere nell'antichità e molto difficile da curare. 
Tuttavia, Asclepio aveva il potere di guarire anche il morso del serpente. 
Questa verga con il serpente è conosciuta come la verga di Asclepio ed è ancora oggi il simbolo dei medici di tutto il mondo. 

La sua vita privata 

Solo poche cose sono note sulla vita privata di Esculapio. 
Sappiamo solo che era sposato con Epione e aveva nove figli, tre figli e sei figlie, che avevano anche appoggiato alcune pratiche di guarigione. 
Secondo alcuni resoconti, Asclepio combatté durante la guerra di Troia, dal lato greco, e lì guarì Phyloctetes, un famoso eroe, dal morso di un serpente. 

Colpo di fulmine: 

Una fine tragica Si diceva che Asclepio avesse preformato molte cure miracolose, incluso il riportare in vita molti morti. 
Rianimare i morti e renderli immortali fu una pratica che indignò Ade, il dio degli Inferi, che pensava che le anime morte appartenessero a lui giustamente. 
Questa pratica preoccupava anche Zeus perché Asclepio, a suo modo, disturbava la normalità delle cose e della Natura. 
Non è normale per le persone non morire e vivere per sempre. 
Immagina i problemi che qualcosa del genere porterebbe in futuro! 
Ecco perché Zeus, su istigazione di Ade, ha deciso di punire Aslcepius per le anormalità che ha causato. 
Un giorno, colpì Asclepio con un fulmine e gli diede una tragica fine. 
Questa punizione significava che un uomo mortale può raggiungere solo un certo limite nell'ordine naturale delle cose e gli è vietato superare questo limite. 
Con questa azione, Zeus voleva anche far capire al resto della gente che tra i mortali e gli dei c'era una voragine senza ponti. 
Tuttavia, Zeus fu abbastanza giusto da riconoscere il grande servizio che Asclepio aveva offerto all'umanità e decise di trasformarlo in una costellazione per vivere per sempre nel cielo. 

L'Asclepieion 

Dopo la sua morte, la gente iniziò a citare Asclepio come un dio perché credeva che, anche morto, aveva il potere di aiutarli a guarire e liberarli dal dolore. Hanno eretto templi gloriosi per onorarlo, noto come Asclepieion, in molte zone e isole greche e lì la gente potrebbe andare a cercare una cura. Altri, più favoriti, andavano a imparare i segreti della medicina. Si dice che Ippocrate, il padre della medicina, studiò e iniziò la sua carriera medica presso l'Asclepieion sull'isola di Kos . Un Asclepieion era in realtà un santuario del dio ma anche un centro di cura molto popolare nei tempi antichi. La gente andava lì con la speranza di guarire. Per scoprire il trattamento giusto per loro, hanno trascorso la notte in una camera da letto e il dio stesso è stato detto di venire ai loro sogni e dire loro cosa fare per essere curati. L'altro giorno, il paziente ha raccontato il suo sogno al sacerdote di Asclepieion e gli è stato dato un trattamento, come spiegazione del sogno. I pazienti potevano anche esercitarsi nelle palestre vicino e fare bagni in acqua curativa. Inoltre, a volte i serpenti venivano usati nelle pratiche di guarigione, poiché questi serpenti erano sacri per Asclepio, e i serpenti non velenosi venivano lasciati liberi nel dormitorio, vicino ai pazienti per portarli fortuna e benedire. Il culto di Esculapio iniziò a declinare con il dominio del cristianesimo, ma i resti dei suoi santuari sono ancora oggi visibili in tutta la Grecia. I suoi templi più famosi erano situati a Trikala, sua città natale, Epidauro e Kos. 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dal sito :
http://www.newworldencyclopedia.org/entry/Asclepius


Culto

Sebbene la divinità di Asclepio fosse, almeno nel corpus mitico, mai attestata in modo definitivo, rimase una divinità costantemente popolare che ricevette numerosi tipi di culto e venerazione. Questo rispetto onnipresente può probabilmente essere correlato alla sua affiliazione con la salute e la guarigione, che (allora come oggi) rappresenta la preoccupazione umana fondamentale per il mantenimento dell'integrità corporea. Un altro elemento notevole di questo culto era che, a differenza della maggior parte delle osservanze elleniche, era sia non politico (cioè non legato al benessere materiale e spirituale di un particolare deme o polis ) e volontario.  In effetti, la partecipazione a queste pratiche è stata quasi sempre intrapresa elettivamente da persone che hanno specificamente richiesto l'aiuto del dio medico.
....

Una volta che una cura era stata effettuata, era consuetudine offrire a Asclepio un'offerta di ringraziamento. Questi hanno preso numerose forme, da sacrifici e ghirlande di animali, a tavolette incise che descrivono la malattia e la sua cura e le votazioni in terracotta raffiguranti l'area afflitta : 

Gli scavi condotti in questo sito del tempio rivelano che i pazienti che venivano per l'Asclepio per trattamento spesso lasciavano offerte votive al dio come espressione della loro gratitudine per la guarigione. La forma di queste offerte votive ... erano rappresentazioni di terracotta di singole parti del corpo. Un gran numero di repliche di argilla di mani e piedi, braccia e gambe, seni e genitali, occhi, orecchie e teste sono stati trovati nelle rovine del tempio.

-------------------------------------------------------------------------------------------

Io consigliata da una studiosa e praticante del culto Greco Antico e da un altra praticante e studiosa del culto Romano Antico, ho offerto la preghiera dell' Inno Orfico dedicato a Lui, Incenso di Olibano, vino rosso e pane non lievitato , avendolo nella mia città mi sono recata alla Sua statua, ma a volte non potendomi muovere ho fatto le offerte dovute a casa usando la mia personale statua fatta arrivare direttamente dalla Grecia che è una replica di un originale antica, Lui ha un piccolo altare in casa mia insieme ad altri manufatti che uso a scopo rituale per pregare gli Dei Greci che fanno parte del mio personale legame con loro. 

Rito ad Asclepio foto di Katia Vicario

Inno Orfico ad Asclepio dal sito : http://chi-lyra.com/inniorficiita.php

Profumo di Asclepio
polvere d'incenso

Guaritore di tutti, Asclepio, signore Paian,
che lenisci le sofferenze affliggenti delle malattie degli uomini,
dai dolci doni, potente, vieni portando la Salute
e facendo cessare le malattie, penose Chere di morte,
tu che fai prosperare, soccorritore, che respingi il male, dal destino felice,
forte germoglio di Febo Apollo che ricevi splendidi onori,
nemico delle malattie, hai come sposa la Salute irreprensibile,
vieni, beato, salvatore, concedendo un buon fine di vita.